Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

LA MOSTRA “BLACK WAVE” A COMO

Immagine dell'articolo

Black Wave è la seconda mostra del 2023 ospitata all’interno degli spazi espositivi del Castel Baradello e nella rassegna Castello Live! una trasformazione in vera e propria galleria di arte contemporanea nata da una intuizione di Slow Lake Como, Slow Moon art & events e l’Ente Parco Spina Verde.

Black Wave nasce da una idea di Carlo Pozzoni e Francesca Gamba e fa da madrina agli eventi del mese di maggio dedicato alla interculturalità, il castello dalla limes romana al castrum di Barbarossa ha sempre rappresentato una linea di confine e diviene, oggi, un luogo simbolico di riflessioni tra ciò che unisce e ciò che divide. La mostra fotografica di Carlo Pozzoni celebra un suggestivo traguardo visivo di un percorso di moda etica e creatività integrata ideato e curato da Francesca Gamba e che ha coinvolto allievi della scuola Cias formazione professionale, le ragazze e i ragazzi africani richiedenti protezione internazionale della Cooperativa Intesa Sociale di Como che hanno lavorato fianco a fianco nell’ambito del capello e hanno tradotto l’onda africana nella moda occidentale, in una felice contaminazione di stili. Con la complicità della seta comasca i ritratti di Pozzoni celebrano vero e proprio metissage etico ed estetico.

Hanno partecipato anche il laboratorio di Rebbio Karalò nella realizzazione di alcuni outfit progettati dalla curatrice e gli allievi di grafica del Setificio nella fase di postproduzione delle foto di Pozzoni.

Dopo l’allestimento nelle sale del Museo della Seta, nel 2020 la mostra BLACK WAVE prosegue ora il suo viaggio al Castello del Bardello dove è allestita per tutto il mese di maggio, celebrando in questa roccaforte l’apertura alle diversità e a una bellezza senza confini.

Vernissage della mostra a partire dalle ore 18:00 del 05 maggio, con una introduzione di Francesca Gamba e con la presenza di Luigi Cavadini, che ne ha curato il percorso critico. Dalle ore 19:00 esibizione della Franz Terraneo Orchestra nella formazione che vede Clara Marzorati e Claudia Monti, rispettivamente primo e secondo violino, Federica Andreoli alla viola e Umberto Pedraglio al violoncello che eseguiranno musiche di W.A. Mozart e composizione dello stesso Pedraglio.

A seguire degustazione a cura della pasticceria Fuin (già pasticceria Baradello) che presenterà dolci fortemente legati al territorio miascia e resta e che per l’occasione presenterà in anteprima la pralina “Pavè de Comm”, un dolce eseguito con il un particolare cioccolato il “Komuntu”, che in lingua ubuntu significa “io sono perché noi siamo”; un piccolo omaggio che ci riporta al senso di comunità e appartenenza di un popolo.  Questa e molte altre storie in una serata che, siamo certi, rimarrà nella memoria.

02/05/2023

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

13 APR 2024

MOGOL A LONDRA: UN VIAGGIO TRA MEMORIE, MUSICA E SOLIDARIETÀ

L'epica storia della canzone italiana attraverso gli occhi e le parole di una leggenda vivente: Mogol

11 APR 2024

DATA BUGS - AI È UNO SPECCHIO

Riflessioni sulla rete neurale dell'Intelligenza Artificiale

11 APR 2024

NUOVI SCAVI A POMPEI RIVELANO UN SALONE DECORATO CON IMMAGINI DELLA GUERRA DI TROIA

Emerso dali scavi un luogo di incontro dell'élite pompeiana

10 APR 2024

IL LAVORO EROICO DELLA TASK FORCE "CASCHI BLU DELLA CULTURA"

Tesori Artistici Recuperati

10 APR 2024

ADDIO A PAOLA GASSMAN

La comunità artistica piange la perdita di una delle sue più luminose stelle

09 APR 2024

CLASSICHE FORME 2024: LECCE E IL SALENTO TRA LE NOTE DELLA MUSICA DA CAMERA

Il festival internazionale di musica da camera dal 14 al 21 luglio