Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

ROMA PRESENTA PRIMOLI

Immagine dell'articolo

Il cortile del Museo di Roma a Palazzo Braschi diventa teatro della presentazione di un libro.
 
Lunedì 20 settembre alle ore 18 “Giuseppe Primoli, abbastanza straniero per visitare Roma, abbastanza romano per capirla. Memorie di Roma (1871-1879)”, il volume curato da Ludovica Cirrincione d’Amelio e Valeria Petitto sarà ufficialmente portato all'attenzione del pubblico.

A presentarlo, oltre alle due autrici, Maria Vittoria Marini Clarelli, Letizia Norci Cagiano de Azevedo, Antonio Rodinò di Miglione.

L’iniziativa si svolgerà nell'ambito della mostra "Roma. Nascita di una capitale 1870-1915", aperta fino al 26 settembre 2021.

All'interno del percorso espositivo trovano collocazione numerose immagini fotografiche del conte Giuseppe Primoli, realizzate tra il 1888 e il 1903.

Il libro altro non è che una antologia di brani dedicati a Roma e alla società del tempo, presenti nelle memorie del conte Primoli dal 1871 al 1879. 

15/09/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

21 SET 2021

PINGUINI TATTICI NUCLEARI: ‘PASTELLO BIANCO’

Il nuovo singolo è una ballata dolceamara sulla fine di un amore, connessa con un file rouge a ‘Ridere’, un altro loro grande successo.

21 SET 2021

MIGLIORE SERIE 2021 THE CROWN

Giunta alla 4 edizione, vince 11 statuette agli Emmy Awards 2021

21 SET 2021

FESTIVAL DELLA LETTERATURA DI VIAGGIO

21 settembre 2021 ore 19:00 alla Casa del Cinema, Teatro all’aperto Ettore Scola

21 SET 2021

SALA UMBERTO: L'UOMO, LA BESTIA E LA VIRTU’

Dal 28 Settembre al 10 Ottobre 2021

20 SET 2021

ALTA QUALITA' NELLE SEMIFINALI DEL ROMA MUSIC FESTIVAL

TANTI BRAVI ARTISTI SI SONO ESIBITI NELLE SEMIFINALI DEL ROMA MUSIC FESTIVAL

20 SET 2021

UN ADDIO AD UN CELEBRE COMPOSITORE

Bussotti ci lascia all'alba dei novanta