Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

IL POSTINO DIETRO LE QUINTE. I VOLTI DI MASSIMO TROISI

Immagine dell'articolo

In occasione della mostra dedicata a Massimo Troisi a ventotto anni dopo le riprese de Il Postino, film vincitore di un premio Oscar, la biciletta guidata dal protagonista torna a Procida per diventare la protagonista della esposizione collettiva d’arte contemporanea intitolata "Il Postino dietro le quinte. I volti di Massimo Troisi"

 

La mostra  è stata inaugurata il 20 ottobre, presso le Officine dei Misteri del Complesso monumentale di Palazzo d’Avalos, dove sono esposte 66 opere realizzate da 49 artisti affermati e giovani talenti, da Lello Esposito a Filippo Bragatt, da Armando De Stefano a Vincenzo Mollica, fino allo stesso Troisi.

La mostra ha avuto origine da un’opera astratta datata 1992 dell’attore napoletano scomparso, Massimo Troisi, attraverso la quale suo nipote Stefano Veneruso, curatore della mostra, ha iniziato la sua  collezione; racconta che “da quel momento gli sono arrivate  opere di persone regalate spontaneamente, finché non è arrivata un’opera magnifica del grandissimo Armando De Stefano, realizzata per un fortunato compact disc di poesie di Paolo Neruda lette da grandi artisti, tra cui Arbore, Foa, Amendola e tanti altri. E poi c’è l’opera delle opere, che è la bicicletta de Il Postino”

Proprio con la celebre bicicletta e una foto di Massimo Troisi  tratta dalla pellicola cinematografica si apre il  percorso espositivo della mostra , che resterà aperto tutti i giorni, con ingresso gratuito, fino al 6 gennaio 2023.

La mostra è una narrazione, un racconto di Massimo attraverso estratti di sue interviste memorabili, ma soprattutto le opere di 49 artisti alle quali si aggiunge un racconto in poche righe del il “proprio” Massimo, quindi, oltre all’opera, c’è anche il pensiero dell’artista.

La  mostra è stata programmata e finanziata dalla Regione Campania (POC 2014-2020) e prodotta dalla Scabec nell’ambito del programma di Procida Capitale Italiana della Cultura 2022.

04/11/2022

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

30 NOV 2022

GALLERIA DEL CEMBALO PRESENTA LA MOSTRA "LA VIE EN VERT" CON LE FOTOGRAFIE DI KARMEN CORAK

La mostra sarà visitabile dal 7 al 3 Febbraio 2023

30 NOV 2022

RAI 2: TORNA FIORELLO CON ‘VIVA RAI 2’

Il ’morning show’ accompagnerà i telespettatori nel risveglio: andrà in onda dalle ore 7.15, per 45 minuti.

29 NOV 2022

I VINCITORI DEL PREMIO FABBRI PER LE ARTI CONTEMPORANEE 11MA EDIZIONE

Il collettivo VEGA e Silvia Bigi vincono l'undicesima edizione del Premio Fabbri per le arti contemporanee.

29 NOV 2022

ATTORI, ATTRICI E REGISTI IRANIANI SI UNISCONO ALLA PROTESTA CHE IMPERVERSA DA MESI IN IRAN

La silenziosa sfida delle attrici senza velo contro il regime iraniano

28 NOV 2022

GIORNATA DI STUDI SULLA SICUREZZA DEL PATRIMONIO CULTURALE

“La complessità della ricostruzione post sismica: sicurezza, sviluppo e tutela”

28 NOV 2022

TFF: DOCUFILM MASSIMO TROISI

L’omaggio al grande attore uscirà il 19 febbraio, nel giorno del suo 70esimo compleanno.