Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

PUCCINI, DOMANI 22 MAGGIO AL MIC GIORNATA DI STUDI

Immagine dell'articolo

Domani, mercoledì 22 maggio 2024 (dalle ore 9.30), a Roma, al Ministero della Cultura (Sala Spadolini - via del Collegio Romano, 27), si svolgerà una giornata di studi dedicata a Giacomo Puccini, nell’anno delle celebrazioni per il centenario. 

 

“Puccini, prospettive contemporanee” è il titolo dell’evento organizzato dall’Archivio Storico Ricordi che vedrà la partecipazione dei massimi studiosi del grande compositore italiano unitamente ad artisti, istituzioni, musicisti e cultori.

 

Tra le sessioni in programma “Puccini 1924” della professoressa Gabriella Biagi Ravenni, e “Icone pucciniane nell’immaginario collettivo”, illustrata dal professor Virgilio Bernardoni.

 

Durante il convegno si esibiranno i musicisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, sarà presentato il “Portale Giacomo Puccini online” e, in anteprima, il documentario “Variazioni - Il Giovane Puccini”, a cura di Rai Cultura.

 

21/05/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

14 GIU 2024

SEQUESTRATI ANTICHI TESORI ROMANI

La Mafia e il Traffico di Opere d'Arte

14 GIU 2024

FEDERICA INTRONA : IL SUO NUOVO LIBRO "RESISTENTI AL BUIO"

FEDERICA INTRONA : IL SUO NUOVO LIBRO "RESISTENTI AL BUIO"

12 GIU 2024

MIC ADERISCE ALLE GIORNATE EUROPEE DELL’ARCHEOLOGIA

Dal 14 al 16 giugno 2024

12 GIU 2024

IL MINISTERO DELLA CULTURA A "WE MAKE FUTURE"

Innovazione Digitale per l'Arte e il Patrimonio Culturale

10 GIU 2024

MILANO ACCOGLIE 'SANTA GIORGIA': IL NUOVO MURALE DI ALEXSANDRO PALOMBO

A poche ore dalle Europee spunta a Milano un murale che rappresenta la Presidente del Consiglio

08 GIU 2024

L'ARTE DEL CANTO LIRICO RISPLENDE ALL'ARENA DI VERONA

Un evento straordinario celebra il patrimonio lirico italiano con la partecipazione delle massime cariche dello Stato