Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

PUBBLICATO IL BANDO PER IL MARCHIO DEL PATRIMONIO EUROPEO 2025

Immagine dell'articolo

Il Ministero della Cultura ha recentemente annunciato la pubblicazione del bando per la preselezione dei siti italiani da candidare al prestigioso Marchio del Patrimonio Europeo 2025. Questo riconoscimento, noto a livello europeo come European Heritage Label, ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale comune, rafforzando il senso di appartenenza all'Unione Europea attraverso il riconoscimento di siti di rilevanza storica, culturale e simbolica.

Un Riconoscimento di Valore Europeo

Gestito dalla Commissione europea, il Marchio del Patrimonio Europeo si propone di dare risalto a quei siti che hanno svolto un ruolo significativo nella storia, cultura e sviluppo della UE. I siti candidati devono dimostrare il loro valore simbolico europeo attraverso un dossier dettagliato, redatto seguendo i format forniti dalla Commissione. Le candidature sono aperte a diverse tipologie di siti, inclusi siti singoli, siti transnazionali e siti tematici nazionali.

Scadenze e Processo di Selezione

Le candidature devono essere presentate entro il 7 novembre 2024. Una Commissione appositamente costituita avrà il compito di valutare i siti entro il 7 febbraio 2025, selezionando fino a due candidature che saranno presentate alla Commissione europea entro il 1° marzo 2025. In base alla Decisione istitutiva del Marchio del Patrimonio Europeo (UE 1194/2011), solo un sito per ogni Stato membro partecipante potrà essere insignito del riconoscimento.

Esempi di Successo

L’Italia vanta già diversi siti insigniti del Marchio del Patrimonio Europeo, come Sant’Anna di Stazzema (2023), Ventotene (2021), l’Area archeologica di Ostia antica (2019), Forte Cadine (2017) e il Museo Casa De Gasperi (2014). Questi siti rappresentano esempi di eccellenza nella conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, nonché nella promozione di attività informative ed educative che sottolineano la dimensione europea del loro valore.

Partecipare

Per maggiori dettagli sul bando e sui materiali necessari per la candidatura, è possibile consultare il sito ufficiale del Marchio del Patrimonio Europeo al link: [https://marchiopatrimonio.cultura.gov.it](https://marchiopatrimonio.cultura.gov.it).

Il Marchio del Patrimonio Europeo rappresenta un’opportunità unica per i siti italiani di ottenere un riconoscimento di alto valore simbolico e di promuovere ulteriormente il loro ruolo nella storia e cultura europea. Non perdete l’occasione di partecipare a questa prestigiosa iniziativa e contribuire a rafforzare il patrimonio culturale comune dell'Unione Europea.

20/05/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

14 GIU 2024

SEQUESTRATI ANTICHI TESORI ROMANI

La Mafia e il Traffico di Opere d'Arte

14 GIU 2024

FEDERICA INTRONA : IL SUO NUOVO LIBRO "RESISTENTI AL BUIO"

FEDERICA INTRONA : IL SUO NUOVO LIBRO "RESISTENTI AL BUIO"

12 GIU 2024

MIC ADERISCE ALLE GIORNATE EUROPEE DELL’ARCHEOLOGIA

Dal 14 al 16 giugno 2024

12 GIU 2024

IL MINISTERO DELLA CULTURA A "WE MAKE FUTURE"

Innovazione Digitale per l'Arte e il Patrimonio Culturale

10 GIU 2024

MILANO ACCOGLIE 'SANTA GIORGIA': IL NUOVO MURALE DI ALEXSANDRO PALOMBO

A poche ore dalle Europee spunta a Milano un murale che rappresenta la Presidente del Consiglio

08 GIU 2024

L'ARTE DEL CANTO LIRICO RISPLENDE ALL'ARENA DI VERONA

Un evento straordinario celebra il patrimonio lirico italiano con la partecipazione delle massime cariche dello Stato