Navigazione contenuti

Contenuti del sito

I QUATTRO CORONATI

Immagine dell'articolo

Uno dei monumenti più ricchi di storia, arte e spiritualità della Capitale, si trova alle pendici del Celio e la sua imponenza si può apprezzare soprattutto salendo dalla valle del Colosseo. L’impressione che si ha al momento di varcarne la soglia è di quella di immergersi in un’atmosfera antica e sospesa nel tempo, lontana dal caos e dai ritmi frenetici della città moderna.

Nel complesso si possono visitare: la Chiesa dedicata ai quattro Martiri cristiani, l’incantevole Chiostro duecentesco, La Stanza del Calendario e la Cappella di San Silvestro, la Sala delle Pentafore e i meravigliosi affreschi dell’Aula Gotica.

Ma chi sono questi santi coronati?

I santi quattro coronati, martiri, sono originari della Pannonia, nati nel III secolo, morti a Sirmio (Serbia) nel 306 circa.

Sono degli scalpellini della Pannonia (attuale Croazia), probabilmente fratelli. Si chiamano Claudio, Nicostrato, Simproniano e Castorio. Sono i migliori artigiani tra i molti che lavorano nelle cave, talmente bravi che gli altri scalpellini, quando li vedono tracciarsi con il segno della croce prima di iniziare il lavoro, credano che si servano di riti magici. Sono conosciuti e stimati dallo stesso imperatore Diocleziano, stabilitosi a Spalato e spesso in visita alle cave della Pannonia. Anche per l’imperatore eseguono dei pregevoli lavori.

04/01/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

16 GEN 2021

LA VERONA DI DANTE RACCONTATA 700 ANNI DALLA SCOMPARSA

“Dante a Verona 1321-2021“

16 GEN 2021

A VENEZIA UN NUOVO SPAZIO PER L'ARTE

Un'ex falegnameria per ospitare eventi di musica, danza, esposizioni

15 GEN 2021

GLOBAL REMARKABLE VENUE AWARDS

Il premio che riconosce e celebra le migliori attrazioni e musei nelle città più visitate del mondo

15 GEN 2021

LECCO TRA MARE E CIELO

Stasera un'osservazione "intima"

15 GEN 2021

SHOOTING IN SARAJEVO

Il 19 gennaio da Pesaro la presentazione del volume

14 GEN 2021

UNA PROVOCAZIONE ARTISTICA DEGLI ANNI '60

La "merda d'artista" di Piero Manzoni