Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

‘ROMEO E GIULIETTA’: ATTORI DENUNCIANO LA PARAMOUNT

Immagine dell'articolo

Le scene di nudo nel cinema, oggi largamente diffuse, per molti anni sono state oggetto di censura. Nel 1968, uscì la celebre rivisitazione dell’opera William Shakespeare ‘Romeo e Giulietta’, del regista Franco Zeffirelli, scomparso nel 2019, dove i due interpreti, di 16 e 17 anni, vennero ripresi per qualche secondo completamente nudi.

A distanza di cinquantaquattro anni, e grazie ad una legge della California, Olivia Hussey e Leonard Whiting, i due protagonisti allora minorenni, hanno intentato una causa da 500 mln di dollari contro la ‘Paramount Pictures’, per presunti abusi, frode e sfruttamento sessuale.

Gli attori hanno dichiarato di esser stati ingannati dallo stesso regista italiano, che, inizialmente, avrebbe promesso far indossare loro della biancheria color carne, per poi cambiare idea, rassicurandoli che la cinepresa non avrebbe ripreso i loro corpi nudi.

A prescindere dalla tardiva denuncia, arrivata dopo oltre mezzo secolo, a far storcere il naso è la versione contraddittoria dell’attrice che, in un’intervista a Variety nel 2018, parlando del film, non aveva lasciato trasparire disagio o problemi psicologici, come invece sostenuto nelle motivazioni della denuncia.

 

06/01/2023

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

26 GEN 2023

ALLA STAZIONE CENTRALE DI MILANO I SIMPSON DEPORTATI

L'opera è dello street artist

26 GEN 2023

CLAUDIO BAGLIONI: “DODICI NOTE SOLO BIS” TOUR

L’artista, dopo il grande successo della tournée 2022, è ripartito con un nuovo tour in tutta Italia.

25 GEN 2023

MIC: 10 FINALISTE DI “CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA” 2025

Ecco il comunicato stampa del ministero della cultura

25 GEN 2023

CAPITALE DELLA CULTURA 2023: VITTORIO SGARBI CRITICA IL LOGO

Il sottosegretario disapprova anche la forma grammaticale: Bergamo e Brescia sono due città distinte.

24 GEN 2023

MERAVIGLIA SENZA TEMPO. PITTURA SU PIETRA A ROMA NEL SEICENTO

In mostra alla Galleria Borghese di Roma fino al 29 Gennaio

24 GEN 2023

MAXXI ROMA: ‘IL RAGAZZO CHE LIBERO’ AUSCHWITZ’

Il museo ha presentato il nuovo libro, che uscirà oggi, dedicato all’Olocausto, dello scrittore Roberto Genovesi.