Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

UN NUOVO INIZIO PER CAPODIMONTE: EIKE SCHMIDT ASSUME IL TIMONE DEL MUSEO E REAL BOSCO

Immagine dell'articolo

La vivace città di Napoli accoglierà con entusiasmo il nuovo direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Eike Schmidt. Il suo ingresso in carica rappresenta un nuovo inizio per uno degli istituti culturali più importanti del territorio, promettendo di portare una ventata di freschezza e innovazione.

Prima di assumere la sua nuova posizione, Schmidt ha avuto un incontro significativo con il direttore uscente Sylvain Bellenger nei giorni scorsi. Quest'incontro ha offerto l'opportunità di discutere e condividere idee riguardo ai progetti in corso e a quelli futuri per potenziare e rendere ancora più straordinario il Museo di Capodimonte.

Ambiziosi Progetti in Corso

Durante la loro riunione, Schmidt e Bellenger hanno esplorato diversi progetti pensati per migliorare l'esperienza dei visitatori e valorizzare ulteriormente il ricco patrimonio artistico custodito nelle sale del museo. L'attenzione è stata posta su iniziative che mirano a coinvolgere il pubblico in modo più attivo, trasformando la visita al museo in un'esperienza interattiva e stimolante.

Uno degli obiettivi principali è quello di ampliare le collaborazioni con istituzioni culturali nazionali e internazionali, promuovendo lo scambio di opere d'arte, know-how e esperienze. Questo sforzo mira a arricchire la collezione esistente con nuove acquisizioni e prestiti temporanei, offrendo ai visitatori un panorama artistico sempre più variegato e affascinante.

Il Contributo di Schmidt al Mondo dell'Arte

Eike Schmidt, noto per la sua vasta esperienza nel campo dell'arte e della curatela museale, porta con sé una prospettiva unica e innovativa. Precedentemente direttore degli Uffizi a Firenze, Schmidt ha dimostrato la sua capacità di coniugare la tradizione con la modernità, rendendo i musei parte integrante della vita culturale contemporanea.

La sua nomina a Capodimonte è stata accolta con grande entusiasmo da parte della comunità artistica e degli appassionati d'arte. Il suo impegno a preservare e promuovere il patrimonio culturale, unito alla sua volontà di adottare nuove strategie per coinvolgere il pubblico, promette di portare il Museo e Real Bosco di Capodimonte a nuove vette di eccellenza.

Un Futuro Luminoso per Capodimonte

Con l'arrivo di Eike Schmidt come nuovo direttore, il Museo e Real Bosco di Capodimonte si prepara a vivere un capitolo entusiasmante nella sua storia. La passione per l'arte, la visione innovativa e l'impegno verso la valorizzazione del patrimonio culturale fanno di Schmidt il leader ideale per guidare Capodimonte verso un futuro luminoso e appassionante. La comunità attende con trepidazione di vedere come il nuovo direttore trasformerà e arricchirà ulteriormente questo gioiello culturale napoletano.

13/01/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

24 FEB 2024

RESISTENZA IN UCRAINA: LA VOCE DELL'ARTE AL MAXXI DI ROMA

L'esposizione è intitolata "Ucraina: Storie di Resistenza" e rimarrà aperta al pubblico fino al 10 marzo

24 FEB 2024

RIFLESSI D'ANIMA IN "OLTRE" LA NUOVA SILLOGE DI ANNA PAPPALETTERA

RIFLESSI D'ANIMA IN "OLTRE" LA NUOVA SILLOGE DI ANNA PAPPALETTERA

23 FEB 2024

IL VILLAGE THEATRE DI WESTWOOD SALVATO DA JASON REITMAN E ALTRI REGISTI DI HOLLYWOOD

Il leggendario Village Theatre di Westwood è stato ufficialmente salvato

23 FEB 2024

RIVOLTA ARTISTICA NEL CUORE DELL'800: I PRERAFFAELLITI E IL LORO RINASCIMENTO MODERNO

Fino al 30 giugno, 320 opere raccontano la storia dei Preraffaelliti a Forlì

21 FEB 2024

IL TRENO DEL RICORDO

Un Viaggio Multimediale alla Scoperta delle FOIBE

21 FEB 2024

SCOPERTA ARCHEOLOGICA A PIAZZA SAN MARCO: RISORGE IL PASSATO MEDIEVALE DI VENEZIA

Un'importante scoperta archeologica nel cuore di Venezia