Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

DONATELLA DI PIETRANTONIO TRIONFA AL PREMIO STREGA 2024 CON "L'ETÀ FRAGILE

Immagine dell'articolo

Donatella Di Pietrantonio ha vinto il Premio Strega 2024 con un ampio margine, consolidando il suo status di autrice di primo piano nel panorama letterario italiano. "L'età fragile" (Einaudi), il romanzo che le ha permesso di ottenere questo prestigioso riconoscimento, ha ricevuto 189 voti, distinguendosi fin dall'inizio come superfavorito e vincendo anche lo Strega Giovani 2024.

Il libro, dedicato alle sopravvissute, esplora il complesso rapporto tra una madre, Lucia, e sua figlia Amanda, ventiduenne, sfidando gli stereotipi sugli anni e sulla sicurezza delle piccole comunità di provincia, con la pandemia come sfondo. Di Pietrantonio, che continua a esercitare la professione di dentista pediatrica, affronta per la prima volta il tema della violenza di genere, ispirandosi a un tragico evento di cronaca nera accaduto nel 1997 nella sua terra natale, l'Abruzzo.

Emozionata e raggiante, indossando un abito nero e rosa decorato e una collana con un angioletto portafortuna, la scrittrice ha dichiarato: "Prometto che userò la mia voce scritta e orale in difesa di diritti per cui la mia generazione di donne ha molto lottato e che oggi non sono più scontati".

Dario Voltolini si è classificato secondo con 143 voti per "Invernale" (La nave di Teseo), un racconto potente sugli ultimi anni di vita del padre. Chiara Valerio, con "Chi dice e chi tace" (Sellerio), ha ottenuto il terzo posto con 138 voti, raccontando la storia di Lea a Scauri, il suo paese d'origine, e analizzando sentimenti, pregiudizi e l'assioma dell'inconoscibilità dell'altro.

Il quarto posto è andato a Raffaella Romagnolo con "Aggiustare l'universo" (Mondadori), che ha ottenuto 83 voti, seguita da Paolo Di Paolo con "Romanzo senza umani" (Feltrinelli) a 66 voti. Tommaso Giartosio ha chiuso la classifica con 25 voti per "Autobiogrammatica" (minimum fax).

La serata è stata presieduta da Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci, che ha sostituito Ada d'Adamo, vincitrice nel 2023, scomparsa il 1° aprile dello scorso anno. Hanno votato 644 dei 700 aventi diritto, pari al 92%.

Di Pietrantonio ha una carriera letteraria di tutto rispetto: nel 2021 si classificò seconda al Premio Strega con "Borgo Sud". Nel 2013 vinse il Premio Brancati con "Bella mia" e nel 2017 si aggiudicò il Premio Campiello con "L'Arminuta", da cui è stato tratto un film diretto da Giuseppe Bonito, per il quale la scrittrice ha ricevuto il David di Donatello per la sceneggiatura insieme a Monica Zapelli

Con questa vittoria, Donatella Di Pietrantonio conferma il suo talento e la sua capacità di affrontare temi complessi e attuali, regalando ai lettori opere profonde e significative.

05/07/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

14 LUG 2024

TORNA L'ESTATE CON I SUOI TORMENTONI

Torna l'Estate con i Suoi Tormentoni: Ecco i Brani che Ci Faranno Ballare

14 LUG 2024

IL MARCHIO DEI WAUNIR: UN VIAGGIO EPICO RACCONTATO DA INES CURZIO

IL MARCHIO DEI WAUNIR: UN VIAGGIO EPICO RACCONTATO DA INES CURZIO

11 LUG 2024

SCAVI DI POPULONIA: IL CALAMAIO DI LEDELTIUS SVELA UN PEZZO DI STORIA

Testimonianze uniche della vita romana

10 LUG 2024

GIUSEPPE TORNATORE NELLA GIURIA DELLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

Un'Edizione Ricca di Talenti Internazionali

10 LUG 2024

ROMA OMAGGIA BOTERO

Otto Sculture Monumentali nelle Piazze del Centro

08 LUG 2024

ADDIO A PINO D'ANGIÒ

Icona musicale dagli anni '80 ad oggi