Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

NEFFA SORPRENDE CON UN NUOVO ALBUM IN NAPOLETANO

Immagine dell'articolo

Dopo sei anni dal suo ultimo album “Resistenza”, Neffa pseudonimo di Giovanni Pellino, il cantante di origini campane ma cresciuto a Bologna, oggi esce con un nuovo disco decisamente inaspettato, “AmarAmmore”.

Lui che è considerato uno dei precursori dell’hip hop, per poi passare al rap, al soul e alla musica leggera, arriva a sorprendere e non poco, comunicando che l’album, come facilmente intuibile dal titolo, è cantato in napoletano. Neffa, seppur molto legato alla sua terra, in realtà non l’ha mai vissuta e questa è l’occasione per “tornare alle origini”.

La prima parte di “AmarAmmore”, è stata scritta in meno di due mesi, poco prima della pandemia, mentre la restante, ha preso forma durante il lockdown, grazie anche alla collaborazione di altri tre cantanti: Rocco Hunt, Livio Cori e Coez, l’unico che canta in italiano.

 

 

02/04/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

14 APR 2021

SALVATOR MUNDI: IL FALSO ATTRIBUITO A LEONARDO

In realtà gli esperti ritengono che il maestro italiano abbia compartecipato all’opera, modificando alcuni dettagli su un dipinto già esistente.

14 APR 2021

COSA RIMANE DEL GIRO D'ITALIA NEL LIBRO DI LORENZO GANDAGLIA

I giovani guardano ancora il giro d'Italia?

14 APR 2021

71 MUSIC HUB, I CORSI

Attività formativa in videoconferenza per filmmaker e tecnici del suono

14 APR 2021

LA TERRAMARA SI SCOPRE ONLINE

Da giovedì 15 aprile visite guidate virtuali gratuite

13 APR 2021

50 ANNI DI LUCI A SAN SIRO

Un capolavoro di ricordi e suggestioni che è "Luci a San Siro".

13 APR 2021

LE FATE IGNORANTI

Il regista Ferzan Özpetek, a distanza di vent’anni, ha realizzato una serie Tv del suo romantic drama, tutt’oggi ancora molto amato.